BOLLETTINO DI ARCHEOLOGIA ON LINE

NORME EDITORIALI

(per i contributi a partire dall’anno 2018)

Nell’accettare o meno i testi, la Redazione si riserva di apportare i necessari cambiamenti agli stessi, al fine di renderli consoni al carattere della rivista. La rivista utilizza il sistema peer review, con invio a referees anonimi.

A) TESTO, NOTE E ABSTRACT

 I testi devono essere inviati esclusivamente in formato digitale (.doc, .rtf), utilizzando il formato Times New Roman, corpo 12).

Le note possono essere inserite nel testo, in formato Times New Roman, corpo 10, coerente con gli standard di Word. Si prega di ridurre al minimo l’utilizzo delle note, prevalentemente per inserire le citazioni bibliografiche.

Gli eventuali ringraziamenti devono essere stringati e contenuti e devono essere inseriti nella prima nota, dove possono essere indicati anche i nomi degli autori delle immagini, delle foto, restauri ecc., per i quali sia specificata anche l’eventuale istituzione di appartenenza

Al testo va allegato un abstract in lingua inglese, di un minimo di 500 caratteri di lunghezza.

 

B) CITAZIONI BIBLIOGRAFICHE

 Le citazioni bibliografiche seguono il sistema Harvard, con i cognomi del/degli autore/autori in maiuscoletto:

  • Cognome autore + anno di edizione, p. pp. (si prega di riportare estesamente le pagine della citazione, evitando di utilizzare “s.” o “ss.”).

ad es.

Ardito 1978, p. 2.

Momigliano 1952, pp. 34-36

  • Nel caso di lavori a due nomi

Cognome autore 1, cognome autore 2 + anno di edizione, p. pp.

ad es.

Venditti, Satori 1984, p. 62

Ricci, Brunori 1962, pp. 4-8

  • Nel caso di lavori a più di due nomi

Cognome autore 1 + et al. + anno di edizione, p. pp.

ad es.

Zanchi et al. 2003, p. 23.

Vegetti et al. 1934, pp. 45-49.

  • Nel caso di titoli pubblicati dallo/dagli stesso/i autore/i in anni diversi, utilizzare Cognome + anno e, distinto/distinti da punto e virgola, l’anno/gli anni successivi

ad es.

Morigi Govi 1983, p. 23; 1985, pp. 77-79.

Bianchi, Santoni 2003, p. 78; 2004, pp. 101-103.

Ardito et al. 1934, p. 98; 1945, pp. 5-7.

  • Nel caso di titoli pubblicati dallo/dagli stesso/i autore/i in uno stesso anno, sarà opportuno utilizzare Cognome + anno seguito dalle lettere a, b, c (ecc.)

ad es.

D’Ambrosio 1982a, pp. 546-550; 1982b, p. 98.

Zevi, Bartoloni 1978a, p. 4; 1987b, pp. 345-347.

Mandolesi et al. 2008a, p. 6; 2008b, pp. 567-568; 2008c, pp. 87-89.

Scioglimento delle abbreviazioni bibliografiche

Lo scioglimento delle abbreviazioni dovrà essere fornito in un file di testo a parte (Times New Roman, corpo 12), da inserire in fondo all’articolo, secondo i criteri seguenti:

  • Per le monografie

Cognome + anno: Iniziale puntata del Nome + Cognome dell’autore, Titolo (in corsivo), Luogo di edizione.

ad es.

Pallottino 1942: M. Pallottino, Etruschi e italici in Campania, Roma.

  • Per articoli in rivista

Cognome + anno: Iniziale puntata del Nome e Cognome dell’autore, “Titolo del contributo” tra virgolette, in Rivista (nome in corsivo e abbreviata secondo i criteri DAI, vedi di seguito), numero della rivista, numero di pagine del contributo per esteso.

ad es.

Mercalli 1997: F. Mercalli, “Anfore della colonia di Alba Fucens”, in ArchCl 24, pp. 341-356.

  • Per cataloghi di mostre

Cognome + anno: Iniziale puntata del Nome e Cognome dell’autore, “Titolo del contributo” tra virgolette, in   Iniziale puntata del Nome e Cognome del curatore (a cura di), Titolo della mostra, tra parentesi il luogo e la data della mostra, luogo di edizione, numero di pagine del contributo per esteso.

ad es.

Delpino 1992: F. Delpino, “Bisenzio”, in G. Colonna (a cura di), Archeologia in Etruria meridionale (Catalogo della Mostra di Roma, 1991), Roma, pp. 7-8.

  • Per atti di convegni

Cognome + anno: Nome puntato dell’autore, “Titolo del contributo” tra virgolette, in Iniziale puntata del Nome e Cognome del curatore (a cura di), Titolo del convegno, tra parentesi denominazione del convegno, luogo data del convegno, luogo di edizione, numero di pagine del contributo per esteso.

ad es.

Bianchi Bandinelli 1957: R. Bianchi Bandinelli, “Un nuovo ritratto di Adriano”, in La scultura nel II secolo d.C. (Atti del XIV Convegno di Archeologia della Produzione; Bari 1956), Pisa, pp. 34-39.

Bartoloni, Bocci Pacini 1981: G. Bartoloni, P. Bocci Pacini, “Roselle e il territorio”, in G. Camporeale (a cura di), Storia della Toscana meridionale (Atti del I Convegno di Studi Rosellani; Grosseto 1979), Grosseto, pp. 242-267.

  • Per testi scaricabili da internet

Si seguono le convenzioni sopra citate, indicando quale luogo di edizione la URL e aggiungendo tra parentesi la data della consultazione della stessa.

Bernocchi 2017: G. Bernocchi, Ceramica a vernice nera della Basilicata, http://www.summary.edu/netlibrary.com (ultimo accesso, 20 marzo 2018).

Santoni, Vincenti 2009: S. Santoni, L. Vincenti, “Casi di sepolture in abitato”, in Digital Bulletin of Medioeval Archaeology 7, http://www.digital.bullettin.com (ultimo accesso, 3 aprile 2017)

C) ABBREVIAZIONI

  •  Per riviste, serie monografiche, corpora, enciclopedie e lessici va utilizzato l’elenco predisposto dal Deutsches Archäologisches Institut, scaricabile qui.
  • Per gli autori latini: Thesaurus Linguae Latinae (TLL) consultabile al link: https://www.thesaurus.badw.de/hilfsmittel-fuer-benutzer/index.html

Esempi di abbreviazioni ricorrenti

Bibliografia topografica della colonizzazione greca in Italia e nelle Isole tirreniche = BTCGI

Corpus Inscriptionum Etruscarum = CIE

Corpus Inscriptionum Graecarum = CIG

Corpus Inscriptionum Italicarum = CII

Corpus Inscriptionum Latinarum = CIL

Corpus Vasorum Antiquorum = CVA

CH. DAREMBERG ET E. SAGLIO, Dictionaire des antiquités grecques et romaines, Paris 1877-1907 = DAREMBERG, SAGLIO

E. DE RUGGIERO, Dizionario epigrafico di antichità romane = DizEp

Enciclopedia dell’Arte Antica, Classica e Orientale = EAA

Enciclopedia Universale dell’Arte = EUA

Inscriptiones Graecae = IG

Inscriptiones Italiae = Inscr.It

Inscriptiones Latinae Liberae Reipublicae² = ILLRP²

Lexicon Iconographicum Mithologiae Classicae = LIMC

A. OXE – H. COMFORT, Corpus Vasorum Arretinorum, Bonn 1968 = CVArr

Paulys Real Encyclopädie der classischen Altertumswissenschaft neue Bearbeitung, unter Mitwirkung zahlreicher Fachgenossen hrsg.v. Georg Wissowa = RE

Testimonia Linguae Etruscae² = TLE²

Abbreviazioni e convenzioni

p./pp. = pagina/e

c./cc. = colonna/colonne

tav./tavv. = tavole

fig./figg. = figure

vol./voll. = volume

ca = circa

cd. = cosiddetto/a

dx = destro/a

sin. = sinistro/a

ecc. = eccetera

es. = esempio

n./nn. = numero/i

nt. = nota

alt. = altezza

largh. = larghezza

lungh. = lunghezza

prof. = profondità

diam. = diametro

max. = massimo/a

min. = minimo/a

  • I punti cardinali vanno citati per esteso, preferibilmente con iniziale minuscola (nord, sud, est, ovest).
  • Le parole latine/greche o in lingue straniere vanno riportate in corsivo;
  • Le citazioni di testi in lingue moderne vanno riportate in tondo tra virgolette caporali («……»);
  • Le citazioni di testi in latino e greco vanno riportate in corsivo tra virgolette caporali («……»);
  • Le virgolette “….” vanno utilizzate nel significato di “per così dire”.

D) APPARATO GRAFICO

È previsto l’invio di sole figure (non tavole), per le quali dovrà essere fornito separatamente un file word con le didascalie.

Allo scopo di uniformare le didascalie, sarà utile indicare il luogo (Comune, località, contrada) e l’identificazione dell’immagine.

Nel caso in cui le illustrazioni (foto e disegni) avessero tutte la medesima fonte (es. delle medesima Soprintendenza/ufficio/autore), tale dato potrebbe essere indicato nella nota n. 1. La fonte “Soprintendenza” va indicata con la sigla della medesima compresa la sigla della Regione.

Le didascalie dovranno riportare chiaramente la fonte o l’indicazione dell’autore; gli autori dovranno munirsi della liberatoria (rilasciata dai detentori della proprietà delle immagini) per la pubblicazione sul web di tutte quelle che non siano della Pubblica Amministrazione.

Le figure dovranno essere fornite in formato jpg, a una risoluzione non inferiore ai 300 dpi.

Si raccomanda l’invio di figure che si adattino al massimo al formato A4 previsto per la stampa on line dei contributi, non essendo possibile inserire formati superiori.

Si raccomanda inoltre di selezionare / produrre illustrazioni che risultino leggibili nei loro dettagli anche in formato ridotto.

Le citazioni nel testo delle figure dovranno essere riportate in corsivo e tra parentesi (fig./figg.).

SCARICA LE NORME Norme Redazionali BAO 2018

SCARICA LA LISTA DELLE ABBREVIAZIONI DELLE RIVISTE