Numero 1, 2022, Anno XIII

ARCHEOLOGIA E INCLUSIONE
Missioni archeologiche italiane all’estero e comunità locali dei paesi ospitanti:
interazioni, coinvolgimento, formazione

Atti del webinar, 18 giugno 2021
a cura di Annalisa Falcone, Istituto Centrale per l’Archeologia

Copertina

Il teatro di Elaiussa Sebaste (Ayaş, Turchia) durante uno degli spettacoli dell’Ayaş Antique Theater Festival organizzato dal Comune di Erdemli, agosto 2018 (foto Archivio Erdemli Belediyesi)

 

Sommario

A. FALCONE – Premessa (pp. 7-11)

M. MARAZZI – Introduzione (pp. 13-17)

M. FRANGIPANE – Archeologia, salvaguardia e inclusione ad Arslantepe (Turchia). Il coinvolgimento della comunità locale (pp. 19-47)

S. FESTUCCIA – Progetto archeologico multidisciplinare a Maasser el-Shouf/Qalaat el-Hosn (MeSAP): l’archeologia inclusiva in Libano (pp. 49-57)

M. BARBANERA† – Missione archeologica italiana a ElaiussaSebaste: proposta per un modello di interazione tra archeologia e società (pp. 59-75)

F. CILIBERTO – Scavare a Betania: un’archeologia a servizio della formazione professionale giovanile (pp. 77-86)

A. BALLETTA – Per una archeologia pubblica e partecipativa: il sostegno del MAECI alle missioni archeologiche italiane all’estero (pp. 87-98)

Numero 4, 2021, Anno XII

IL RINNOVATO MUSEO OSTIENSE:
PROGETTO DEL NUOVO MUSEO ARCHEOLOGICO DI OSTIA ANTICA
a cura di M. Barbera e P. Olivanti

Copertina

Museo Ostiense, render della sala VII – La gente (Studio Balletti&Sabbatini)

Sommario

Abstract (pp. 5-7)

M. OSANNA – Prefazione (pp. 9-10)

M. BARBERA – Introduzione generale (pp. 11-20)

P. OLIVANTI – L’edificio museale: sintesi della storia e degli allestimenti (pp. 21-31)

Prima parte: il progetto scientifico

P. GERMONI – Il percorso museale (pp. 33-34)

F. MARINI RECCHIA – Sezione prima (sale I-II). Introduzione al Parco archeologico di Ostia antica e multimedia (pp. 35-36)

F. MARINI RECCHIA – Sezione seconda (sale III-IV). Le origini e l’età repubblicana (pp. 37-42)

F. MARINI RECCHIA, C. VALERI – Sezione terza (sale V-VI-VII). La città (pp. 43-52)

C. GENOVESE – Sezione quarta (sala VIII). Le religioni e i culti (pp. 53-58)

P. GERMONI – Sezione quinta (sale IX-X-XI). Le necropoli (pp. 59- 65)

S. FALZONE, F. MARINI RECCHIA, P. OLIVANTI – Sezione sesta (sala XII). Le forme dell’abitare (pp. 67-73)

A. DOCCI, T. SORGONI – Il restauro delle opere del nuovo Museo Ostiense (pp. 75-82)

Seconda parte: il progetto tecnico

V. CASELLA – L’edificio museale e l’impostazione della progettazione (pp. 83-87)

A. BALLETTI, A. SABBATINI – Architettura e allestimento (pp. 89-95)

F. MAIZZA – Il miglioramento sismico (pp. 97-99)

L. VERRECCHIA – Il nuovo sistema impiantistico (pp. 101-103)

C. DE CAMILLIS, R. FIBBI – L’illuminazione delle sale (pp. 105-107)

F. PIERDOMINICI, V. IANNILLI – La sicurezza (pp. 109-111)

A. D’ALESSIO – Postfazione (pp. 113-115)

Bibliografia (pp. 117-124)

 

Poster Session 10. Landscape Archaeology – Archeologia del Paesaggio

  1. de Haas Tymon

The agricultural colonization of the Pomptinae Paludes: surveys in the lower Pontine plain

  1. Paolo Camerieri, Dorica Manconi

Le centuriazioni della Valle Umbra da Spoleto a Perugia

  1. Eleonora Berti, Ilaria D’Urso, Michela Emilia Giannetti, Matteo Pierattini, Anna Rachele Solimando

Per una definizione di paesaggio in epoca classica: i testi

  1. Eleonora Berti, Ilaria D’Urso, Michela Emilia Giannetti, Matteo Pierattini, Anna Rachele Solimando

Giardino e villa in epoca tardo-repubblicana ed imperiale

  1. i Santasusana Marta Flórez, Palet i Matínez Josep M.

Dinámica del poblamiento y romanización en la Laietania interior (Vallés Oriental, Barcelona). Del s. IV a.C. al s. I a.C.

  1. Kenawi Mohamed

What do we know about the Roman presence in Beheira (Western Delta-Egypt)? (First Glance)

  1. Modica Sonia

Risorse naturali e attività produttive nel Lazio meridionale costiero (Italia): dati conoscitivi tra Antium, Ardea e Satricum

  1. Vermeulen Frank, Carboni Francesca

Measuring Urbanisation in the Late Republican and Early Imperial Landscape of Adriatic Central Italy

  1. Williamson Christina

City and Sanctuary in Hellenistic Asia Minor. Sacred and Ideological Landscapes

  1. Benvenuti Marco, Crezzini Jacopo, Gennusa Rosy, Iaia Cristiano, Moroni Adriana, Pacciarelli Marco

Ricerche multidisciplinari sull’insediamento, l’ambiente e l’economia di una comunità dell’età del Ferro nell’Italia centro-settentrionale appenninica: il caso di Trebbio (Sansepolcro – AR)

  1. Cavalieri Marco

Vivere in Val d’Elsa tra tarda Antichità e Alto Medioevo. La villa romana di Aiano-Torraccia di Chiusi (Siena, Italia)

  1. Taddei Cristina

Volterra e la Valle del Cecina

Poster Session 8. Multudisciplinary Approaches to Classical Archaeology – Approcci Multidisciplinari per l’Archeologia Classica

  1. Bardati Flaminia, Baumer Lorenz E., Queyrel François

Histara – Les comptes rendus

  1. Carboni Francesca, Corsi Cristina, Venditti Caterina P., Verdonck Lieven, Vermeulen Frank

Urbanistica delle città romane di Corsica: l’esempio di Mariana

  1. Millette Daniel M.

Monuments of Spectacle as Places of Cultural Interaction: Initiating Explorations at the Theatre of Uthina (Oudhna),Tunisia

  1. Perna Roberto

Attività dell’ Università degli studi di Macerata ad Hadrianopolis (Albania)

  1. Pizziconi Francesca

Il fenomeno del riuso nelle mura aureliane. Analisi e studio dei reimpieghi mediante Archivio Infomatico

  1. Schich Maximilian, Hidalgo César A., Lehmann Sune J., Park Juyong

The Network of Subject Co-Popularity in Classical Archaeology

  1. Taelman Devi, Corsi Cristina, De Dapper Morgan, Deprez Sarah, Verdonck Lieven, Vermeulen Frank

Geoarchaeological Research in the Roman Town of Ammaia (Alentejo, Portugal)

  1. Rinaldi Tufi Sergio, Baratin Laura, Peloso Daniela

Valorizzazione del sito archeologico di Doclea, città romana in Montenegro

  1. Colangelo Lucia, Curti Emmanuele, Fiorentino Girolamo, Mutino Sabrina, Novellis Donatella, Prascina Chiara, Witte Neelson

Nuovi scavi e moderne metodologie di documentazione nel santuario della dea Mefite a Rossano di Vaglio (PZ)

  1. Marras Anna Maria, De Franceschini Marina

Progetto AcCADemia nella Villa Adriana di Tivoli. Le gallerie sotterranee di servizio: confronto e verifica delle piante antiche e moderne mediante indagini geoelettriche

  1. Nuzzo Donatella, Rocco Anita, Disantarosa Giacomo

Indagini geofisiche nell’ area del complesso cimiteriale di Ponte della Lama (Canosa di Puglia, Bari)

Numero 3, 2021, Anno XII

Copertina

Ostia (RM). Vecchio Antiquarium Ostiense, sala V (Archivio Fotografico del Parco archeologico di Ostia antica)

Sommario

S. SABATINI, K. GÖRANSSON, A. GUSTAVSSON, S. KAY, E. POMAR, I. SELSVOLD, L. WEBB – History and archaeology at Vulci: old evidence and new data from a geophysical investigation in the urban area (pp. 5-33)

G. BRUNO, C.J. SCHWEIGHOFER – The dates of abandonment and destruction of Morgantina and the trend of average rainfall in the last two millennia estimated by the burial of the agora with the RUSLE method (pp. 35-50)

DALLA RUSSIA PER AMORE
Una giornata in ricordo di Raissa Gourevich Calza

Atti della Giornata di Studi, organizzata da Dario Daffara
Parco archeologico di Ostia antica, 26 novembre 2019

M. BARBERA – Prefazione agli Atti della Giornata di Studi in ricordo di Raissa Calza (pp. 53-55)

P. OLIVANTI – Una vita in movimento (pp. 55-76)

E.J. SHEPHERD – Raissa Calza e Marguerite Yourcenar, «en regardant un de ces portraits» (pp. 77-100)

M. LO BLUNDO – Il Fondo Calza nell’Archivio Fotografico di Ostia antica (pp. 101-118)

O. MENGHI – Appendice: Le fotocamere del Laboratorio Fotografico del Parco archeologico di Ostia antica (pp. 119-144)

D. DAFFARA – Tra le carte di Raissa: nota sulla produzione scientifica (pp. 145-169)

Poster Sessions – Posters

Tra gli aspetti più rilevanti del Congresso sono da evidenziare due serate-evento organizzate dagli Istituti stranieri della Capitale, che si occupano di archeologia a Roma, in cui sono state esposte le sessioni relative ai posters. Ogni Istituto ha trattato uno o due temi specifici, e tutti i posters, in totale 211, sono stati esposti nelle due serate organizzate una al Gianicolo, dall’Accademia Americana, dall’Istituto Norvegese, dall’Istituto Finlandese e dall’Accademia Reale di Spagna e l’altra a Valle Giulia, dall’Accademia di Romania, dalla British School, dall’Accademia di Danimarca e dal Reale Istituto Nederlandese. I due eventi sono stati motivo di confronto e di conoscenza delle Accademie che svolgono un ruolo determinante nell’Associazione Internazionale di Archeologia Classica e nella storia dell’archeologia italiana. Una parte dei posters che riguardano l’archeologia italiana (consultabili anche sul Bollettino di Archeologia on-line) sono stati pubblicati su Fasti On Line Documenti & Ricerca (FOLD&R).

One of the great pleasures of the conference was the two evenings organized by the foreign institutes in Rome, who divided between them the poster sessions. Each took on one or two particular themes, and all of the posters – 211 in all – could be seen on one of those two evenings, one spent on the Gianicolo (at the American Academy in Rome, Det Norske Institutt i Roma, the Istitutum Romanum Finlandiae, the Real Academia de España en Roma) and the other at Valle Giulia (at the Academia Belgica, the Academia di Romania in Roma, the British School at Rome, Det Danske Institut i Rom, and the Koninklijk Nederlands Instituut Rome). These evenings also gave us a chance to gather and chat with the other congressisti and to admire the marvellous institutions which play such a major role in the history and archaeology of Italy. In the event, less than half of the 211 posters were eventually submitted as articles. Of these, 35 were published in FastiOn Line Documenti&Ricerca (FOLD&R) as they related to Italian excavations. The others are now published in BAO.

Elizabeth Fentress

 

Real Academia de España en Rome

1. Town planning – Urbanistica

2. Architecture – Architettura

American Academy in Rome

3. Death and Religion in Classical Antiquity- Aspetti Cultuali e Funerari nell’Antichità Classica

Istitutum Romanum Finlandiae

4. Urban Centres – Centri Urbani

Det Norske Institutt i Roma

5. Villas – Ville

Academia Belgica

6. Vesuvian Cities – Città Vesuviane

Academia di Romania in Roma

7. Material Culture and Ancient Technology – Cultura Materiale e Tecnologia Antica

The British School in Rome

8. Multidisciplinary Approaches to Classical Archaeology – Approcci Multidisciplinari per l’Archeologia Classica

9. Ports, trade and amphorae – Porti, commercio e anfore

Det Danske Institut i Rom; Koninklijk Nederlands Instituut Rome

10. Landscape Archaeology – Archeologia del Paesaggio

D 7. Art on the move

Modern scholarly attempts to understand the movement of ancient artworks frequently consider trade, but seldom the ancient penchant for transporting finished works for other reasons. This session addresses the display of exotica, the reuse of booty and its repatriation, the production of copies and representations of original artworks for new and distant contexts, the local impact made by imported monuments, and what such processes reveal about cultural interactions around the ancient Mediterranean world.

The tent erected by Ptolemy II Philadelphos was the precursor of modern temporary art exhibitions, functioning as a kind of cabinet of wonders with artifacts imported from Phoenicia, Egypt, Persia, and Greece. From the time of Mummius barely one hundred years later, Romans feverishly transferred art, revising its cultural context and reinventing monuments for new Roman uses. As for copying famous works, in a world with few means of checking accuracy, the gist was what people remembered, so a copy might retain only the idea of the original. Hadrian represented the many regions of the world he visited and the exotic places of mythology by conceiving of his villa at Tivoli as a walkable diagram of foreign lands, with décor mimicking far-flung cultures, both known and imagined.

 

  1. A.A. Donohue (Bryn Mawr College)

Representation and the Villa Adriana

  1. Elena Calandra (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria)

Monumentum non perenne: la tenda di Tolomeo II Filadelfo ad Alessandria

  1. Jocelyn Penny Small (Rutgers University)

Copies and Visual Memory: The Alexander Mosaic

  1. Kenneth Lapatin (The J. Paul Getty Museum)

Repatriation in Antiquity

  1. Margaret M. Miles (University of California, Irvine)

Ornaments for Italy: Rededicating Statues in Republican Rome

Numero 2, 2021, Anno XII

Copertina

Pani Loriga (Santadi; SU). Oinochoe etrusco-corinzia dalla Tomba 188; sullo sfondo, carico di anfore dal relitto di Capo Stoba (Croazia)

Sommario

M. BOTTO, A. ACCA, Y. CARRIÓN MARCO, N. GARNIER, S. INTERLANDO, S. LEDDA, E. MADRIGALI, L. PEÑA-CHOCARRO, G. PÉREZ-JORDÀ, R. PORCU, S. TRASTU – Recenti indagini alla necropoli fenicia di Pani Loriga (pp. 5-53)

M. ARIZZA, G. GARBATI, T. PEDRAZZI – L’insediamento fenicio e punico di Pani Loriga. Risultati preliminari degli scavi 2016-2017 alle “Casematte” (Area C) (pp. 55-97)

Symposion
L’arte del bere insieme: vino e pratiche conviviali tra passato e presente

Atti del Seminario, Roma – Formello (RM), 14-15 giugno 2019
Istituto Centrale per l’Archeologia – CNR, Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale – Museo dell’Agro Veientano di Formello

S. DI PAOLO – Terre di vino nella Siria dell’età del Bronzo (Ebla, Mari, Ugarit): la produzione vitivinicola tra dati testuali ed evidenza archeologica (pp. 101-131)

V. BELLELLI – Il vino di Caere (pp. 133-150)

A. ERCOLANI – Poesia e simposio nella Grecia antica: uno sguardo d’insieme (pp. 151-163)

A. CARAVALE – Strumenti digitali per le anfore romane (pp. 165-181)

V. ACCONCIA, A. PIERGROSSI – L’archeologia del vino nella penisola italiana e nelle grandi isole del Tirreno tra il Neolitico e la romanizzazione: tematiche, dati e approcci possibili (pp. 183-230)

Numero 1, 2021, Anno XII

Copertina

Étienne du Pérac, «Vestigi dell’Arco di Settimio Severo», con il complesso di Sant’Adriano – Santa Martina, incisione, 1575

In memoria di Alessandro Bedini

Sommario

A. LICORDARI – Integrazioni ad alcune epigrafi del CIL XIV (Ostia) (pp. 7-33)

M. BUTINI – I rinvenimenti epigrafici della stazione San Giovanni della Metro C di Roma (pp. 35-52)

J.M. VARGAS GIRÓN – Lo strumentario da pesca nell’antichità. Linee di ricerca e questioni aperte (pp. 53-69)

A. LA FRAGOLA – Un guerriero (penitente?) dal contesto sepolcrale di Laerru in provincia di Sassari. Nuove ipotesi interpretative su alcuni pendagli di Sardegna (pp. 71-98)

I. SALVAGNI – Il Secretarium Senatus e la chiesa di Santa Martina al Foro Romano: frammenti dalla Storia (pp. 99-137)